top of page

Romano Lotto. Nel segno del paesaggio.

Aggiornamento: 15 feb 2022


L’urgenza della vita e della natura.



Romano Lotto, Laguna da Alberoni, 2002

Breve biografia di Romano Lotto


La formazione


Romano Rizzato Lotto nasce a Dueville nel 1932. Studia pittura fin dall’adolescenza, frequentando corsi presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Esordisce nel 1953 alla Prima Mostra Nazionale di Pittura Contemporanea a Roma, guadagnandosi tra millequattrocento partecipanti un posto per la seconda edizione, svoltasi l’anno successivo a Milano.


La carriera

Durante gli anni Sessanta vive a Vicenza, e nel mentre frequenta l’Accademia di Salisburgo; lì entra in contatto con alcuni dei più rilevanti pittori dell’epoca e inizia ad avvicinarsi alla pittura astratta. Negli anni appena successivi ottiene una cattedra in Discipline pittoriche prima a Latina poi a Roma, dove si trasferisce con la famiglia nel 1969.


Il successo

Dalla metà degli anni Ottanta instaura un rapporto stretto con la galleria romana Salvatore e Fabrizio Russo, in cui vengono ospitate tre mostre personali nell’arco di soli cinque anni (1986, 1988 e 1991). Tra la seconda metà degli anni Novanta e il 2008 l’attività espositiva di Romano Lotto raggiunge il suo momento più prolifico, con una serie di esibizioni personali organizzate a Vicenza, Venezia, Ferrara e Roma.


La mostra

Le opere esposte (circa una quarantina) rappresentano principalmente paesaggi del territorio veneto. Sono tele e pannelli, tutti dipinti a olio di dimensioni variabili, prodotti tra gli anni Sessanta e oggi.


La Pittura

La pittura di Lotto è caratterizzata dalla forte espressività e vitalità, ottenute tramite l’utilizzo di blocchi di colore e forme semplificate. In modo astratto riesce a rappresentare paesaggi e luoghi riconoscibili, trasmettendo prima un senso di appartenenza emotiva, e successivamente geografica. L’utilizzo dei toni terreni e naturali fa da conduttore emotivo tra gli scenari dipinti e l’osservatore, che si ritrova catapultato in un ambiente introspettivo che è prima sensazione, e solo poi luogo. Tradizione e innovazione si coniugano quindi in rappresentazioni moderne e colorate di soggetti più comuni, come scorci e luoghi tipici della realtà vicentina e veneta.


Gli organizzatori

La mostra di Romano Lotto è a cura di Giovanna Grossato; è stata organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza con il patrocinio della Regione Veneto, la collaborazione di venetArt e Qu.Bi Gallery, e la partecipazione di Fondazione Giuseppe Roi e Galleria d’Arte Nino Sindoni.

L’esibizione si sviluppa in una location all’altezza dell’artista ospitato: è stata allestita infatti all’interno delle Sale Ipogee di Palazzo Chiericati, nel cuore pulsante di Vicenza.

La data d’inaugurazione è il 30 aprile 2021, e il finissage (pianificato per il 29 agosto 2021) posticipato al giorno 30 settembre.

Clicca qui per vedere la gallery con tutte le immagini dell'artista.

70 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Komentarze


bottom of page